domenica 27 maggio 2012

Una Nota Sulle Masse

L'inferno privato reso pubblico
spesso confonde i lettori:
si domandano come questo
o quell'altro
possano sopportare e
continuare.
ebbene, ecco il segreto:
non aspettatevi troppo
dall'Umanità,
l'odio è stato
praticato
per secoli,
tramandato
raffinato e
perfezionato,
oh, sono diventati
molto bravi in questo-
l'odio fiorisce
con regolarità
sempre più frequente.
è il nostro inferno pubblico che crea un
inferno privato e
non c'è inferno
eccetto che quaggiù sulla
terra.
una volta accettata
questa premessa
sarete liberi di
esistere
nei termini da voi stabiliti
e non conoscerete
mai la solitudine
e la morte sarà
un nonnulla.
consideratevi
benedetti
nell'oscurità.


-Charles Bukowski

"Society only teaches me to hate, I express myself illegally and try to Love!!!" Jon, 2004.

                               
                                 "...when anger is expressed and transformed". One ZTK, B-line, 2000.

English version:

A Note On The Masses

Private hells made public
often puzzle the readers:
they wonder how this one
or that one
can endure and
continue.
well, there’s a secret:
don’t expect too
much of Humanity,
they have been
practicing hatred
for centuries,
it’s passed down
refined and
perfected,
oh, they have become
very good at that-
their hatreds blossom
with ever more frequent
regularity.
our public hell creates a
private hell and
there is no hell
except on
earth.
once you accept this premise
you will be free to
exist
on your own terms
and you will never
know loneliness
and death will be as
nothing.
consider yourself
blessed in the
dark.

-Charles Bukowski