sabato 27 ottobre 2012

"This Is It!"

Un convoglio della linea B in entrata alla stazione Marconi, Settembre 2012. A B-line train entering the Marconi station. September, 2012.

mercoledì 24 ottobre 2012

mercoledì 17 ottobre 2012

Ordo Ab Chao

Ordine dal Caos...

La maggioranza delle persone odia i graffiti per la loro natura caotica e per il fatto che non dovrebbero essere presenti ma lo sono. Si sentono minacciati da una cosa che non capiscono e che non riescono a controllare, e che è facilmente etichettata come "illegale" o "vandalismo", il che evita ed impedisce un ulteriore ricerca più approfondita della questione.
Le leggi sono fatte per impedire alle persone di farsi troppe domande...ecco un convoglio bombato così pesantemente da renderlo dannatamente difficile da ignorare. Chi ha mai detto che la Verità non possa essere illegale?


Order from Chaos...

Most people really hate graffiti because of its chaotic nature and for the fact that it’s just not supposed to be there, but it is. They feel threatened by something they do not recognize and cannot control, which is easily dismissed as “illegal” or “vandalism”. This prevents any further investigation of the subject.
Laws are made to keep individuals from asking too many questions…here is a train bombed to shreds so heavily it is really damn hard to ignore. Who ever said the Truth cannot be illegal?

Partendo dal basso, da sinistra un "Gas" oro di Gast SIP, Jon ZTK, Hiom SIP. In alto throwup Jon arancioni sui vetri, tag Far ZTK, tag Konos FRC a pennarello fra la "S" di Gast e la "J" di Jon, e tag di Honet e Opak SDK di Parigi, e Fuzi, Vans, Gaz, e Siter U.V. anche loro di Parigi. Sul vagone dopo un pannello Vans, un tag Chiz ZKM, tag MDF, e nell'angoletto in basso a sinistra un tag del crew CMD di Berlino. Linea Lido, 1996.    From the bottom, from left to right, a  gold "Gas" by Gast SIP, Jon ZTK, Hiom SIP. Orange Jon throwups over the windows, Far ZTK tag, Konos FRC marker tag between Gast's "S" and Jon's "J", tags by Honet and Opak SDK from Paris, and Fuzi, Vans, Gaz and Siter U.V. tags also from Paris. On the next car a Vans panel, Chiz ZKM tag, MDF, and in the bottom left hand corner a CMD tag from Berlin. Lido line, 1996.

domenica 14 ottobre 2012

LA RIVOLTA DEI VANDALI

"La lotta criminale contro la cultura è solo l'altra faccia di una cultura criminale."

 

-Pierre Klossowski nel libro "Nietzsche e il circolo vizioso"



The Riot Vandals


"The criminal fight against culture is only the reverse side of a criminal culture."


-Pierre Klossowski in the book "Nietzsche and the Vicious Circle"


Koma TRV. Linea lido, 2012.


 

venerdì 12 ottobre 2012

1997's

Throwup "GA" di Gast ZTK, tag di koma TRV, Kaio, Jenry SOS, Mason TSK, Kemh 23, Hoom, e un PAC rosa non finito di Zeir. Vagone MB.121. Linea B, 1997.

lunedì 8 ottobre 2012

Verga colpisce ancora!

Il vigilantes Doctor Verga su un pezzo Poison dipinto nel 2004. Linea B, 2012. The security guard Doctor Verga crosses a Poison piece painted in 2004. "Always and only Doctor Verga". B-line, 2012.

"Poison non sei un cazzo" di Doctor Verga. Linea B, 2012. "Poison you ain't shit", by Doctor Verga. B-line, 2012.

"Lo chiavano merda (sic)" e "Io te pijo". Linea B, 2012. Errore ortografico, intendeva scrivere "lo chiamavano merda" in chiaro  riferimento ad un vagone "Lo chiamavano Stan".  "They called him shit", and "I'm gonna catch you." B-line, 2012.
Link al post precedente sui vigilantes "graffitari": http://xxroma20.blogspot.it/2012/09/il-contagio.html

martedì 2 ottobre 2012

lunedì 1 ottobre 2012

Invecchiamento

Da 20 anni, Roma ha la fortuna di avere un sistema di metropolitana dove i graffiti non vengono cancellati, ed è quindi possibile veder girare le opere dei writers sù e giù per la città per dei periodi di tempo lunghissimi. Pochissime città nel mondo possono vantare una storia analoga, Londra, Amsterdam, e Bucharest ai giorni d'oggi. Ma la Città Eterna ha raggiunto un primato per quanto riguarda la longevità, superando addirittura la Mecca dei graffiti, New York City!
Nel corso degli anni i vagoni delle linee Romane sono stati dipinti e ridipinti, strato su strato, generazione su generazione, in una folle lotta per la visibilità, nel tentativo di rimanere a galla il più a lungo possibile nel soffocante caos alienante della vita quotidiana, che si è tradotto in un soffocante caos visivo sulle fiancate dei treni. Un marasma di nomi, colori, e forme sovrapposte che solo un occhio attento e allenato può leggere e decifrare negli strati, le storie, e le vicende di un movimento d'arte illegale che da due decenni utilizza il sistema di trasporto pubblico per raggiungere milioni di spettatori inermi, imponendosi così sotto l'attenzione della società intera.


Ultimo teaser della serie dei vagoni della metro che "invecchiano":
                                                       

link ad altri montaggi:

http://www.youtube.com/watch?v=mEZokriRZvc&list=UUvQVCMDfjqN3x4wL31O3Crg&index=5&feature=plcp

http://www.youtube.com/watch?v=mpoN6j2ZpIg&feature=related


Getting Old

Over the last 20 years, Rome has had the fortune of having a subway system where graffiti is not cleaned, so it is possible to see writers' works running up and down the city for extremely long periods of time.
Very few cities in the world can boast a similar history: London, Amsterdam, and Bucharest these days. But the Eternal City has set a record regarding longevity, surpassing even the graffiti Mecca, New York City!
The subway cars of the Roman metro lines have been painted over and over again, layer over layer, generation over generation, in a mad struggle for visibility, in the attempt to stay afloat as long as possible in the suffocating, alienating chaos of everyday life that has translated into a suffocating visual chaos on the sides of the trains. A mess of overlapping names, colors, and shapes that only a watchful, well-trained eye can read, decipher, and break down into the layers, stories, and events of an illegal art movement that for two decades has been utilizing the public transport system of its city to reach millions of helpless spectators, imposing itself under the attention of the whole society.


Latest teaser of subway cars getting old:
                                                       

other links:

http://www.youtube.com/watch?v=mEZokriRZvc&list=UUvQVCMDfjqN3x4wL31O3Crg&index=5&feature=plcp

http://www.youtube.com/watch?v=mpoN6j2ZpIg&feature=related

1998's

Pum Gues Honet IT SDK from Paris on the Lido line, 1998.